TOP

Raggiungere i luoghi degli incontri del 2022 in autonomia

Il Masetto (Geroli)

In automobile. Da Rovereto (piazza Rosmini) imboccare la SP2 direzione Noriglio/Terragnolo.
Proseguire fino a Piazza e quindi prendere a destra (SP138) in direzione Passo Borcola, Zoreri, Geroli. Dopo un tratto di strada breve svoltare a destra per Geroli e giunti all’abitato proseguire per strada asfaltata nel bosco per circa 1 km fino a parcheggio. Poche decine di metri a piedi portano a Il Masetto.
Per chi proviene da Vicenza, reaggiungere Posina e quindi il Passo della Borcola. Valicato il passo giungere fino all’indicazione per Geroli sulla sinistra e proseguire come sopra.
A piedi. Da Rovereto: Lungo il “sentiero de le Teragnole”.

Malga Bisorte

Da Il Masetto (Geroli) imboccare l la strada forestale che conduce alla Malga. Circa 3 ore di cammino.

Rifugio Vincenzo Lancia

Vi consigliamo di raggiungere il parcheggio del Sasson.

Da Rovereto (piazza del Podestà) per SP46 della Vallarsa, quindi SP50 per Trambileno – dopo pochi chilometri – fino a località Giazzera (Rovereto-Giazzera ca. 15 km). Quindi potete proseguire fino al parcheggio del Sasson su strada prima asfaltata e poi sterrata.

Dal parcheggio del Sasson parte il segnavia 101 (ca. 1 ora di cammino). Per chi volesse camminare più a lungo una valida alternativa è quella di partire direttament da Giazzera a piedi (segnavia 101) in ca. 2,5 ore di cammino.

Sella dei Colsanti

Superato il Rifugio Lancia proseguire per circa 200 metri e poi imboccare a sinistra il segnavia 131 che conduce in circa 20 minuti alla Sella dei Colsanti.

Malga Valli

Malga Valli è raggiungibile con i mezzi da Rovereto (Piazza del Podestà) imboccando la SS46 della Vallarsa in direzione Vicenza. Dopo pochi chilometri imboccare a sinistra la SP 50 e seguire le indicazioni per il Rifugio Lancia. Poco prima dell’abitato di Giazzera svoltare a sinistra per Malga Valli. Strada asfaltata ma di montagna. Da Rovereto circa 19 km.

Le distanze e gli itinerari – tutti su sentieri di tipo escursionistico – non richiedono specifiche competenze alpinistiche ma questo non esime chi sale dal raccogliere informazioni adeguate e ad affrontare la montagna con preparazione, abbigliamento e materiale adatti. Quelle che trovate qui sono semplici indicazioni sommarie.
Si consiglia di monitorare il meteo così come il sito web (www.geografiesulpasubio.it) e il profilo fb dell’evento prima di partire per rimanere informati su eventuali cambi di programma.

Qualche fotografia del Pasubio