TOP

Itinerario e programma Trekking 2019

Quattro giorni di trekking, 18-21 luglio 2019, nel massiccio del Pasubio tra alpeggi e paesaggi lunari, tra abetaie, larici e memorie della Grande guerra, tra rifugi alpini e malghe, ma anche e soprattutto quattro giorni dedicati al reportage con ospiti che cammineranno con noi o che ci attenderanno ai rifugi.
Tante occasioni per affrontare i temi del raccontare i luoghi, il mondo, le persone con l’occhio del giornalista, del reporter oppure del “semplice” viaggiatore curioso.

Il Pasubio si trova tra le province di Trento e Vicenza ed è raggiungibile da Rovereto, dalla zona di Schio o di Thiene.

Vi ricordiamo che per partecipare al Trekking dovete iscrivervi e pagare la quota di iscrizione che comprende: tre notti in rifugio con trattamento di mezza pensione, lunch kit, accompagnamento guida (290 € IVA compresa)

Gli itinerari non sono tecnicamente impegnativi ma si sviluppano su alcune centinaia di metri di dislivello e alcune ore di cammino.
Saremo accompagnati da uno o più esperti – guide – in grado anche di raccontare natura, paesaggio e storia del Novecento in questi luoghi. Abbiamo pensato a un mix di ospiti davvero importanti e a uno stile, quello della montagna, fatto di informalità e intimità, di gente che cammina, fa la nostra stessa fatica e ha cose da condividere.

Ci sono – come vedete – dei temi, ma grande spazio sarà dato alla curiosità, alle letture, alle esperienze. Avremo anche ospiti stranieri. E nei rifugi, dopo la cena, ci sarà spazio anche per confronti su libri, viaggi, ricordi. Abbiamo scelto giorni infrasettimanali per gustarci una montagna ancor più solitaria.
Come capita in montagna ci si deve adattare a dormire in camerata, a portarsi le cose e ad accontentarsi per quattro giorni delle cose essenziali…

___________________________________

PRIMO GIORNO 18/7

Rovereto – “Senter dele Teragnole” – Masetto

Da Rovereto attraverso il centro storico della città risaliamo verso la frazione di Noriglio sulla antica strada dalla caratteristica pavimentazione a ciottoli. Oltrepassato Noriglio ci inoltriamo nella Valle di Terragnolo lungo il sentiero che un tempo percorrevano le donne della valle per portare a Rovereto i prodotti tipici dell’agricoltura di montagna. La prima parte dell’itinerario si svolge su una mulattiera con ampi panorami sull’intera valle, fino alla frazione Valduga. Da qui scendiamo sul fondo della valle del Leno per costeggiare il torrente fino ad arrivare in prossimità di Geroli, da dove con un’ultima salita siamo giunti alla meta.

Partenza: Rovereto – Arrivo: Masetto – Lunghezza: 14.4 Km – Quota partenza: 180 m – Quota arrivo: 880 m – Quota massima: 880 m – Durata: c.ca 4 ore

SECONDO GIORNO 19/7

Masetto – Posina

Lasciato il Masetto scendiamo nel fondovalle per risalire lungo la strada sterrata parallela all’alveo del torrente che ci conduce fino a Malga Gulva. Da qui con una agevole salita arriviamo a Malga Borcola e da lì in breve all’omonimo Passo.

Da Malga Borcola spostamento in bus navetta fino all’imbocco della Strada delle 52 Gallerie e lì incontro a Baita Campiglia, la nuova struttura a inizio percorso.

Successivamente spostamento al paese di Posina.

Partenza: Masetto – Arrivo: Borcola, Durata: c.ca 2/3 ore

TERZO GIORNO 20/7

Galleria D’Havet – Rif. V. Lancia

Dalla Galleria D’Havet – imbocco alla Strada degli Eroi che conduce alle Porte del Pasubio, presso il Rifugio A. Papa – si taglia per sentiero che conduce all’Alpe di Cosmajon restando sul versante ovest di Cima Palon e dei Denti Italiano e Austriaco. All’alpe sono presenti due malghe ormai in disuso dove verrà fatto il primo incontro della giornata. . Da qui l’itinerario prosegue fino alla Bocchetta delle Corde e quindi al Rif. V. Lancia passando per Malga Pozze.

Partenza: Galleria D’Havet – Arrivo: Rif. V. Lancia – Lunghezza: 10.6 Km – Quota partenza: 1796 m – Quota arrivo: 1802 m – Quota massima: 2000 m – Durata: c.ca 4 ore

QUARTO GIORNO 21/7

Rif. V Lancia – Malga Valli

Il percorso segue il sentiero E132 sui Prati del Pasubio, attraversando gli ampi pascoli d’alta quota fino al Bait del Marisa per poi scendere su strada sterrata fino a Malga Valli.

Partenza: Rif. V. Lancia – Arrivo: Malga Valli – Lunghezza: 5 Km – Quota partenza: 1802 m – Quota arrivo: 1525 m – Quota massima: 1840 m – Durata: c.ca 2 ore