LA PROCREAZIONE DEL BOSCO

PASSEGGIATA CON TIZIANO FRATUS
POSINA (VI)
15 luglio, ore 17
Alla scoperta di nuove radici e del patrimonio arboreo. Passeggiata tra antichi castagni e faggi, poesia, botanica, meditazione e altre scoperte vitali.

Partecipazione libera senza prenotazione. Ritrovo agli impianti sportivi di Posina.

Siamo al mondo per essere piegati dal vento, annegati dalla pioggia e schiantati dal sole.
Per ingannare la luna e desiderare il deserto.

Da anni Tiziano Fratus organizza e guida Passeggiate per cercatori d’alberi secolari, immersioni alla scoperta del patrimonio arboreo secolare e monumentale, nonchè delle proprie radici poetiche e culturali. Le passeggiate sono occasioni per immergersi nei paesaggi italiani e mondiali e coltivare una sensibilità ed una conoscenza adeguata riguardo i nostri patriarchi vegetali; sono un’esperienza di conoscenza dei luoghi che abitiamo distrattamente, parchi pubblici e privati, giardini, orti botanici, boschi, tutti luoghi che fanno parte del paesaggio che l’uomo abita e vive spesso come valvola di sfogo, come area in cui allontanarsi dal peso, dai problemi, da tutto ciò che ci vincola alla vita sociale e quotidiana.

TIZIANO FRATUS

Tiziano Fratus nasce a Bergamo nella primavera del 1975. Studi regolari fino agli anni dell’università quando inizia a dedicarsi alla scrittura. Attraversando le foreste di conifera della California e delle Alpi perfeziona il concetto di Homo Radix, al quale conseguono la pratica dell’Alberografia e la disciplina della Dendrosofia. In vent’anni di lavoro pubblica molti libri fra i quali il romanzo Ogni albero è un poeta (Mondadori), il Manuale del perfetto cercatore d’alberi (Feltrinelli), i saggi appartenenti ai cicli Dittico degli alberi nube (Il sussurro degli alberi, Il sole che nessuno vede – Ediciclo) e Trilogia degli Alberi Monumentali (L’Italia è un bosco, Il libro delle foreste scolpite, L’Italia è un giardino – Laterza), nonché album di poesia i più recenti dei quali sono Un quaderno di radici e Vergine dei nidi usciti per Feltrinelli. Sue liriche sono tradotte e pubblicate in otto lingue fra nord e sud America, Europa e sud est asiatico. Ha all’attivo personali fotografiche e dal 2012 cura la rubrica “Il cercatore d’alberi” su “La Stampa”. Sono in cantiere due titoli per Bompiani, I giganti silenziosi e Giona delle sequoie, uno per Einaudi, C’era una volta il grande albero. Sito: www.homoradix.com